Translate

lunedì 3 gennaio 2011

Si lo sappiamo e' freddo (-25), ma siamo senza parole






Si´siamo senza parole...ma poi servono alcune spiegazioni, di carattere ornitologico per la prima e la quarta fotografia, di carattere meteogeografico per le altre due.
Siamo al bordo meridionale del circolo polare artico e, incredibilmente per noi umani, i merli acquaioli, Cinclus cinclus, trascorrono il periodo invernale piu' freddo nei fiumi e nei ruscelli dove la corrente impedisce all'acqua di chiudersi in una morsa e gelare completamente. Oggi, 3 gennaio, e' tutto il giorno che la temperatura non sale sopra i -25, eppure questi passeriformi si tuffano e rimangono sotto per cercare larve e insetti di tricotteri, zanzare, effimere, portasassi. Poi riemergono e si riposano sugli orli ghiacciati a pelo di corrente.
Un invito agli amici appassionati, a Fede, Marco, Ale, Giuseppe e Silvio, Graziano, Stefano: vi invitiamo ad ingrandire la prima foto e a divertirvi nel vedere quanti merli acquaioli si dividono un piccolo tratto del fiume Kitka, praticamente nel punto dove esce dal grande lago omonimo e scivola via verso la Russia.
La seconda spiegazione riguarda la galaverna e il freddo. Gli amici finlandesi mi dicono che sono piu' di 50 giorni che la temperatura non risale oltre i -12 -15. Stando cosi' le cose si forma uno strato continuo di cristalli di neve-ghiaccio che si fondono tra loro e che si attaccano ovunque, anche sui fili della luce. Praticamente ogni molecola di umidita´si solidifica e crea questo spettacolo che, in altri luoghi freddi del nostro emisfero boreale, anche sugli Appennini nostrani, si puo' vedere per alcuni giorni o per alcune ore all'anno. Qui, nella taiga del nordest finlandese, non sempre ma la galaverna la si puo' ammirare, come questo gernnaio 2011, per mesi...

9 commenti:

  1. Spettacolo!!!! E ora mi divertirò a contare i merli acquaioli... Complimenti a patti per le foto che rendono tutto l'incanto e la magia del bianco nord. ale

    RispondiElimina
  2. spettacolo..
    un saluto
    Giulio Ielardi

    RispondiElimina
  3. e già sembra essere davvero un inverno freddo ... Fabrizio si sarà chiuso l'ultimo bottone della camicia ...

    RispondiElimina
  4. Pura poesia...ma io i merli li vedo soprattutto nell'ultima foto! e sono tanti!

    RispondiElimina
  5. bellissime queste foto, immagino che stare "dentro" il paesaggio deve essere una esperienza meravigliosa
    cari saluti

    RispondiElimina
  6. oggi -27...ho letto su rep on line che il "gelo polare" attanaglia l'Itaglia, in Dolomiti. Ma, lo stesso giornale on line, dice che da domani, dall'Epifania, il freddo finisce. Qui invece é una fiaba, appunto.
    Rispondo a Conci: ingrandisci la prima foto, clicca una prima e una seconda volta. Vedi quanti ne vengono fuori

    RispondiElimina
  7. Non sono riuscito a trattenermi nel condividere queste stupende fotografie con gli amici appasionati ornitologi... grazie

    RispondiElimina
  8. Ancora per poco, poi il freddo glaciale incomberà, grazie BP che hai bloccato la corrente del golfo...

    RispondiElimina