Translate

mercoledì 14 giugno 2017

22 Giugno: Sassari

Qualcuno dice che stiamo esagerendo con le presentazioni. Forse è vero ma è l'unico modo che abbiamo per far conoscere libri di cui non parlerebbe nessuno visto che raccontano di cose marginali come la conservazione e la protezione della Natura, dell'Arte e di uno stile di vita che non  contraddistingue e non piace alla media della popolazione italica.

giovedì 1 giugno 2017

Milano: 7 giugno...


Ed eccoci, fra poco, a Milano alla Biblioteca Parco Sempione per i libri finlandesi...Non si finisce più e ogni momento ci sono nuovi, bellissimi luoghi proposti dove incontrare persone che amano la Natura vera.

lunedì 29 maggio 2017

Roma, La Sapienza: Facoltà di Lettere, aula di Geografia

E ancora una presentazione. Questa volta in casa degli insegnanti di Geografia. Spero bene visto che il libro La coda delle volpi comincia proprio, al primo capitolo, con queste parole:"Vorrei insegnare geografia..."

mercoledì 17 maggio 2017

Dal Rikhardinkatu Kirja di Helsinki a Villa Lante al Gianicolo di Roma, 23 e 24 maggio 2017

Il 23 maggio alle 18 nella libreria di Rikhardin Katu a Helsinki presenteremo Kuusamon Taika, la Magia di Kuusamo. E' l'ufficializzazione in grande stile del nostro libro che fa parte degli eventi per il centenario dell'indipendenza finlandese. Il giorno dopo, di corsa, a Villa Lante al Gianicolo per la stessa manifestazione, ma a Roma nel prestigioso Institutum Romanum Finlandiae di Villa Lante al Gianicolo. Si va avanti, ma sempre in direzione del Nostro Nord del Mondo.

sabato 13 maggio 2017

Alle sorgenti del Bacchiglione: La coda delle volpi

Una presentazione attesa: Libreria Leoni, Thiene. Poi qualcosa di drammatico e la storica libreria si incendia. Che fare? Scatta l'organizzazione di Angelo Alberi e dei suoi amici di Vicenza. E così in un baleno lui trova un posto alternativo: il parco delle sorgenti del Bacchiglione, un luogo incantato. Così il 12 maggio mi trovo a parlare del libro, della Finlandia, delle aurore boreali, dei nostri animali e della casa rossa dei Due Cieli. Una presentazione riuscita. E di questo ringrazio tutti quelli che vi hanno partecipato. Poi, loro già lo sanno, li aspetto tutti lassù nel Nostro Nord del Mondo.

giovedì 4 maggio 2017

6 e 7 maggio: La Magia di Kuusamo e La coda delle volpi al centro Cicogne di Racconigi! Poi un omaggio a Federico Gemma

Al centro cicogne di Racconigi il 6 e 7 maggio: due giorni di Finlandia tra racconti, foto, video, libri per parlare di aurore boreali, galli cedroni, allocchi di Lapponia. E' l'omaggio dei 15 di Ars et Natura al centenario dell'indipendenza finlandese, Sabato ore 18 e domenica dalle 16 in poi!

approfitto per un omaggio entusiasta a Federico Gemma e ai suoi prestigiosi 10 francobolli che le reali poste inglesi hanno messo in commercio oggi 4 maggio 2017. Un evento storico: una serie di 10 uccelli canori dipinti da un artista italiano. Bravo Fede: Il nostro nord del mondo, che ti annovera tra i suoi più cari amici e frequentatori, applaude a questo stupendo exploit. Ed ecco i  francobolli di Federico per chi ne conosce l'arte e per chi la scoprirà.



lunedì 17 aprile 2017

In giro con La coda delle volpi e la Magia di Kuusamo


Il primo giro di presentazioni dei due libri La coda delle volpi e Kuusamon Taika, la magia di Kuusamo, si è concluso il 13 aprile al Museo Civico di Zoologia di Roma. Come tutti i tour che si rispettino avevo cominciato in provincia, a Foligno in una grande libreria ex cinema. Poi nella prestigiosa sede romana del Circolo Canottieri Aniene. E ancora alla biblioteca di quartiere sede dell'associazione culturale La Vigna. A maggio si comincia con il centro cicogne di Racconigi, il 6 e il 7. Il 12 alla libreria Leoni di Thiene, vicino Vicenza. Il 23 a Helsinki nella prestigiosa biblioteca nazionale, presenti le massime autorità finlandesi. Il 24 si torna a Roma nell'altrettanto prestigioso Institutum Romanum Finlandiae di Villa Lante al Gianicolo. Il 7 giugno nella biblioteca comunale di Milano a Palazzo Sforzesco. E dopo le ferie estive si riprenderà con altri appuntamenti...Ancora una volta il tutto è dedicato al nostro nord del mondo.

domenica 16 aprile 2017

Pasqua d'inverno

I galli forcelli combattono sulla neve  d'inverno. A metà aprile è cambiato il tempo ed è tornato il freddo. Una Pasqua inaspettata come quelle di 30-40 anni fa nel nordest della Finlandia; Vedremo cosa succederà e intanto Buone Feste a tutti!

giovedì 6 aprile 2017

La neve di primavera

I primi giorni di aprile sono quelli in cui primavera e inverno si confrontano e si combattono per vincere la prima e difendersi il secondo. Qui al nord queste nevicate vengono dette di primavera perché appena finita di cadere la neve se ne va via. Ma non solo: porta via anche un po' della neve a terra. E' un lento tira e molla che finirà a fine mese con l'arrivo dei grandi migratori, le battaglie amorose dei tetraonidi e la scomparsa del bianco terra e il disgelo del ghiaccio nei laghi...
Attenzione: la volpe nel giardino è una bellissima scultura in ferro!

martedì 14 marzo 2017

Una settimana...




Pochi giorni sono passati Antonio e noi qui ai Due Cieli a guardare fuori dalla grande finestra del salotto le coppie dei ciuffolotti, la cinciallegra e uno dei nostri scoiattoli. I piccoli amici che vedevi nei tuoi soggiorni estivi ma mai con la neve. Il freddo e il bianco non erano nelle tue corde. Ma pochi mesi fa ci avevi detto che saresti venuto a vedere la neve... e forse è così. Forse ci sei anche tu in giro per il giardino ora che non hai bisogno di giacconi e che puoi sciare come più ti piace...

martedì 7 marzo 2017

Ciao caro Antonio!

Nelle due notti che hanno preceduto e seguito la tua partenza il cielo è stato illuminato da due consecutive aurore boreali, le tue amate revontulet. Le guardavi estasiato tu che, a cavallo tra la fisica e l'astronomia, ne sapevi molto più di noi. Non sappiamo se queste due notti sfolgoranti di luce fossero il segnale di una fine che non avremmo voluto mai, sappiamo solo che ci mancheranno i tuoi entusiasmi e le tue risate, la tua sorprendente carica di disponibilità nel seguirci intorno al nostro nord del mondo: a cercare funghi, a pescare grandi lucci, grandi trote, grandi temoli. Eri sempre pronto a scoprire nella foresta i cedroni, le alci, i piccoli uccelli del giardino che ti sbagliavi a classificare. C'è tutto di te intorno a questa casa dei Due Cieli e c'è la tua stanza, quella che per noi è e sarà sempre la camera di Antonio. Ciao, vai leggero dove puoi volare!

giovedì 2 febbraio 2017

Codazzurro!

Gli appassionati di ornitologia, gli aderenti al mondo di EBN Italia (quelli che, in rete, seguono continuamente l'evolversi delle migrazioni lungo tutta la Pensiola) sono persone straordinarie, capaci di scovare le specie più rare ma anche quelle cosiddette comuni. Questa premessa per spiegare la foto che oggi abbiamo messo nel blog. Si tratta del codazzurro, un delizioso insettivoro di pochi grammi che Vincenzo Alfano ha fotografato nelle Marche: a Cingoli, in provincia di Macerata, alla fine di gennaio. Oltretutto Cingoli è uno dei paesi che ha subito forti danni per il terremoto recente. La foto di Alfano ci è stata spedita da Andrea Nicoli, altro appassionato e competente birdwatchers.
Torniamo al codazzurro e così si spiega il perchè della sua presenza nel blog che racconta del Grande Nord. Il codazzurro nidifica in una larga fascia della Siberia occidentale ma sverna nel sud est asiatico: isole come Giava e Sumatra tanto per capirci. A metà maggio è possibile vederlo cantare sulla cima degli abeti nordici anche in Finlandia, sulle colline di Valtavaara e Konttainen, incredibilmente vicino alla casa rossa dei Due Cieli. Ma può capitare che questo piccolo e meraviglioso esserino arrivi anche in Italia per motivi di erratismo dovuti probabilmente al tempo atmosferico e ad esplorazioni di nuovi territori. Noi lo salutiamo con gioia e ringraziamo Andrea a Vincenzo per il regalo che ci hanno fatto.

Un allocco di Lapponia davvero speciale

Roberto Mazzagatti è un appassionato di Grande Nord ed è stato spesso nelle terre del Koillismaa a fotografare i grandi gufi grigi, gli allocchi di Lapponia del mito. Ci regala questa foto che è stata nominata in uno dei più importanti photo contest che ci sono in giro per l'Europa. Fa bella mostra di sè nel suo blog Le Ali del Viaggio e noi lo ringraziamo.

domenica 29 gennaio 2017

I grandi bisonti di Bialowieza


Il nostro Andrea Zampatti ci regala due spettacolari fotografie di bisonte europeo scattate in Polonia nella foresta di Bialowieza che fu riserva privata degli zar. Noi lo ringraziamo e le postiamo nel blog perchè sono racconti di un mito che se non è proprio del Grande Nord gli è molto vicino! Siamo al centenario della rivoluzione d'Ottobre che spazzò via la tirannide dei Romanoff e che purtroppo ne portò una seconda dei Bolscevichi. Il figlio del guardiacaccia della foresta ai tempi dello Zar era Igor Neverlj che fu importante scrittore polacco. Alla sua memoria dedichiamo queste due immagini di Andrea.

venerdì 13 gennaio 2017

Cristalli

Immaginiamoci -35. Lassù nel nostro nord del mondo l'umidità si solidifica e forma cristalli di ghiaccio di ogni tipo e forma. Emozionante, impensabile. Intorno il silenzio e non una bava di vento. Ci si inoltra nella foresta solo per guardare, senza sprechi di parole ma gli occhi della memoria per ricordare. Freddo polare e Sciabolate di Burian? Lasciamo queste parole senza senso a chi fa previsioni del tempo senza una minima nozione di climatologia. Impariamo a star zitti di fronte agli spettacoli dell'inverno. Perchè è inverno anche se i cambiamenti climatici lo sballottano da ogni parte.

I lupi del Grande Sud



Riceviamo, tramite il caro amico e valente zoologo Fabrizio Bulgarini, questi tre scatti di Giuliano Zappi. Sono i lupi dell'appennino abruzzese, del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, immortalati nei loro spostamenti invernali. Li pubblichiamo come omaggio a questi meravigliosi animali del Grande Sud. E ringraziamo Giuliano Zappi che prossimamente salirà anche lui alle nostre latitudini per immergersi nella taiga artica.

giovedì 12 gennaio 2017

Trame di freddo


Few days with the "arctic cold", the "polar hell" and so on. Few days and Italy was crashed down.
We where in the Dolomites with a week of sunny days, not even 1 cm of snow and the usual cold that it could be in this period of the year. The point is that we, italians, must dramatize everything and if there aren't terroristic attak all over the world the bitter cold could be a sensational news to scared by tv network and radio news the entire population of this country. I like cold and snow and to me all this mass seems incomprehensible...