Translate

martedì 3 luglio 2018

Lepri variabili: collage

Un collage di due lepri variabili nel bel mezzo dell'inverno artico, quando vengono a mangiare i semi di avena davanti alla casa rossa dei Due Cieli, come fossero riflessi nel vetro della finestra della cucina mentre fuori nevica. Sono memorie che ritornano ora che a Roma si bolle dal caldo. Sono idee di quella che per me è l'arte naturalistica: inventare emozioni, o cercare di farlo, tenendo presente che la natura deve essere riconoscibile all'istante, ma interpretandola con gli schemi che ognuno di noi ha dentro e che si porta dietro, affascinato da artisti che hanno risolto i loro crucci con il cubismo, il futurismo, l'espressionismo, il dadaismo e tutti gli ismi pensabili e possibili.

giovedì 28 giugno 2018

Un grazie a Giuseppe Tavolaro

Questa è una bella storia che inizia nel nordest della Finlandia e finisce in un balcone di Roma Eur. Una storia che ha per protagonisti i cardellini, goldfinch in inglese e tikli in finlandese,  ma anche due cari amici: Irma Hautala, la moglie di Hannu, un mito della fotografia naturalistica mondiale, e Giuseppe Tavolaro, fotografo di uccelli per passione, integerrimo magistrato in pensione.
Cominciamo dall'inizio. Siamo in Finlandia molti anni fa, lassù alla casa rossa dei due cieli, e Irma chiede aiuto: vuole essere accompagnata in un luogo non lontano dalla sua casa perchè sono stati avvistati due cardellini, specie che lei non ha mai visto in zona e che potrebbe segnare nella sua preziosa check list. Partiamo allora per questa "avventura". Siamo all'inizio della primavera artica e ci sono molte gru in giro, specie per noi molto più interessanti. Ma tant'è: andiamo a cercare i cardellini. Inutile dire che non li abbiamo trovati. Inutile dire che Irma è rimasta ore in zona a cercarli, sperando invano ma grande delusione: niente da fare.
Veniamo ai giorni nostri, proprio questi giorni. Giuseppe Tavolaro è raggiante: nella sua terrazza all'estrema sinistra e all'estrema destra ci sono due nidi: cinciarelle da una parte e cardellini dall'altra. Due nidi al settimo piano di un palazzo a Roma! Fantastico. Giuseppe ci tiene aggiornati ma quando mi manda la foto del cardellino sul nido il mio pensiero va a Irma Hautala. Quella foto la devo spedire per email. E così ho fatto proprio oggi 28 giugno.

venerdì 15 giugno 2018

Un grazie di cuore ad Hannu Hautala!

Il Rotary di zona pubblica ogni anno il calendario con le foto di HH, Ma questa volta il grande Hannu ha deciso nella prefazione di parlare anche del libro Kuusamon Taika, dipinto da 15 italiani che hanno a cuore la protezione della natura e che conoscono le specie artiche...
Grazie Hannu...KIITOS

Dopo il caldo, di colpo una settimana di vento freddo e fiocchi di neve




Dal 4 al 14 giugno alla casa rossa dei due cieli: freddino e vento forte dopo un mese e passa caldo con sole senza una goccia di pioggia. Avevo lasciato casa il 19 settembre 2017 e avevamo saltato l'inverno sciabile (fine febbraio fine marzo). Otto mesi e mezzo di "silenzio" e per giorni e giorni non si è visto nessuno alle mangiatoie nonostante i pochi gradi sopra zero e nessun insetto. Solo un maschio di alce al sale e due codirossi e due balie nere ( ma non alle mangiatoie).
Bellissime fioriture di Andromeda polifolia, mirtilleti carichi di bacche che cominciano a crescere. Strani ma bellissimi 10 giorni...Aldo è stato con me per poco meno di una settimana ma è rimasto da solo fino al 17.

giovedì 31 maggio 2018

Un mese di maggio senza pioggia e con +24

Ecco un esempio eclatante dei cambiamenti climatici in atto. Dal 30 aprile al 31 maggio 2018 le temperature massime in tutta la Lapponia finlandese appena sotto e ben sopra il Circolo polare artico hanno oscillato tra i +20 e i +26. Non è quasi mai piovuto, tranne qualche scroscio di pochi minuti. E la neve e il ghiaccio si sono volatilizzati in brevissimo tempo. Quindi una veloce esondazione dai laghi e dai fiumi e .poi tutto rientrato negli alvei della norma. Le previsioni di giugno parlano di un  abbassamento della temperatura ai livelli della media del periodo

sabato 5 maggio 2018

Oggi passando vicino alla casa rossa dei due Cieli...

...Andrea Zampatti, il nostro amico fotografo in tour con un gruppo di allievi/clienti, ha scattato questa foto di casa per farci vedere come sta finendo l'inverno artico. Nostalgia, certo. Quest'anno è andata così, ma ci godremo lo sci, la neve, il freddo e le aurore il prossimo anno...

lunedì 9 aprile 2018

14 aprile al Casale della Giannella Wwf, Orbetello

Eccoci qua! Al mitico casale della Giannella del WWF, Orbetello. Un incontro per parlare dei tanti anni, dai primi Sessanta ad oggi, passati con la natura nel cuore, tra giornalismo, libri, documentari, pittura e alla fine il Nostro Nord del Mondo: la Finlandia degli orsi bruni, le lepri variabili e le aurore boreali...con Aldo Papa, il mio biografo, e il grande Federico Gemma, uno dei pilastri del gruppo Ars et Natura.

martedì 6 marzo 2018

Lezioni di felicità!



Siamo ancora in Italia. E in attesa di risalire nel nostro nord del mondo abbiamo intrapreso una piccola avventura con un drappello di ragazzini entusiasti, Elio, Matteo, Mehrail, Sofia, Camilla, Claudio e Dario. E' partito un progetto che abbiamo chiamato Lezioni di felicità per arrivare poi a fare un libro: disegnamo insieme una storia alla volta. Abbiamo cominciato con la favola del bosco d'inverno con gli alberi e i personaggi: il grande grigio, la lepre variabile, l'ermellino e l'arvicola delle nevi. Entusiasmo a mille. La prossima favola dipinta sarà il mondo della savana africana: rinoceronti e camaleonti.

venerdì 9 febbraio 2018

Si sta chiudendo il ghiaccio sopra la cascata di Kiutacongas


La cascata di Kiutakongas, nel Parco nazionale di Oulanka, uno dei più bei luoghi della Lapponia finlandese, sta per essere completamente rinchiusa dal ghiaccio. Finalmente. Dal 20 ottobre ad oggi ci sono state sette volte in cui la temperatura, fatto impensabile 20 anni fa, era risalita sopra lo zero. E aveva rallentato lo svolgimento naturale delle modifiche del paesaggio invernale. Ora si potrebbe dire che l'inverno è arrivato veramente anche se le temperature oscillano e il grande freddo di un tempo è un ricordo lontano...


Allocco ritrovato

Ho ritrovato a casa di Giulia e Maurizio, a Roma, un allocco di Lapponia che avevo dipinto nel 2007. E' un bel ricordo: questo esemplare era posato, immobile, su un pino silvestre, vicino al nido dove covava la sua compagna. L'acquerello, incorniciato, ha riflessi del vetro ma non importa...

domenica 21 gennaio 2018

Due cince dal ciuffo


Questa matita mostra una coppia di cince dal ciuffo. E' un delizioso lavoro di Alessandro Sacchetti, un artista che ama la natura e la dipinge da sempre. Gli ho chiesto il permesso di postarla sul nostro blog perché così ho motivo di parlare di questi meravigliosi insettivori che, a causa del cambiamento climatico, sono in netto calo nel Nostro Nord del Mondo, dove appena dieci anni fa erano molto visibili.  E' paradossale pensarlo ma il fatto che faccia meno freddo, molto meno freddo nel nordest della Finlandia, anche sopra il circolo polare artico, crea problemi a molte specie che reagiscono negativamente alle temperature che, in inverno, oscillano paurosamente anche in meno di 24 ore da -20 a 0 gradi.

venerdì 5 gennaio 2018

In ricordo di Matti Helminen

Giorni fa Francesco Framarin, figura storica dell'ambientalismo italiano, già autorevole direttore del Parco Nazionale del Gran Paradiso, mi chiede notizie di un grande naturalista finlandese: Matti Helminen, Avrebbe piacere di trovare gli indirizzi sia sul web che sul telefono per contattarlo. Purtroppo Matti è mancato poco più di due anni fa. Improvvisamente mi sono ricordato di non averne mai parlato sul Nostro Nord del Mondo. Così approfitto per postare questa sua bellissima foto. E' stato un grande esperto di foreste e degli animali che vi vivono. Lo conobbi più di venti anni fa e, insieme, andammo a vedere i castori per alcune scene del documentario che girammo per Geo/Rai3. Poi, in tante occasioni, ci siamo rivisti lassù nel Koillismaa, nella zona di Kuusamo. Lui e sua moglie avevano una casa di vacanze non lontano dai Due Cieli.

giovedì 28 dicembre 2017

Festeggiare con il bianconiglio di Alice

Martedì 26 dicembre: compleanno. Festeggio i 75 anni con un omaggio al bianconiglio di Alice che, in realtà, è la lepre che d'inverno frequenta il nostro giardino ai Due Cieli. Una delle quattro, cinque lepri variabili. Noi siamo a Roma e ci vorrà ancora tempo per tornare lassù dove, oscillando paurosamente, la temperatura scende oltre i -20 per risalire ogni 6-7 giorni intorno agli  0 gradi. Sempre più forti si sentono i cambiamenti climatici, sempre più grande è lo sconforto nel vedere come indifferenza, silenzio, perfino negazione della realtà pervadono i media che si ostinano a rilanciare a piè sospinto "l'ondata di gelo che attanaglia l'Italia" e via cantando. Non ne posso più di questa colpevole stupidità...  

venerdì 22 dicembre 2017

E' lei, quella che vorremmo tanto vedere bene e non ci riusciamo?

Sì. è lei! Vorremmo che fosse il nostro più entusismante avvistamento per il 2018. Intanto questa foto scattata da Hannu Hautala la postiamo con i nostri auguri a tutti quelli che amano le lontre. Buone Feste!

mercoledì 20 dicembre 2017

Gli auguri del gufo delle nevi

I nostri amici Aulikki e Benga, abitatori delle regioni del centro Finlandia a sud di Kuusamo, ci mandano gli auguri per il Natale e l'Anno Nuovo con questa meravigliosa foto di Tunturipøllø, il mitico gufo delle nevi  che sverna dalle loro parti. Li ringraziamo e giriamo gli auguri a tuti coloro che seguono Il Nostro Nord Del Mondo.

martedì 19 dicembre 2017

Frammenti di luce

A Roma, a pochi giorni dal Natale. Lassù ai due cieli ci sono 50 centimetri di neve e, finora, temperature abnormi per l'inizio dell'inverno artico. Da fine ottobre ad oggi per 3 volte le temperature sono salite sopra la zero (cosa impensabile fino a pochi anni fa) e domani le previsioni parlano di un probabile +2 nel pomeriggio con cielo coperto e pioggia mista a nevischio. Così va ormai il tempo ma da noi, in Italia, non si smette di parlare della prossima ondata di gelo polare in arrivo...

Parlando di pittura i frammenti di luce sono quelli che vengono scomposti dalle foglie e dai rami degli alberi. Insieme creano spazio e movimento e mi riportano al mio vecchio pallino di rivisitare divisionismo e insieme il primo futirismo di Umberto Boccioni. 

giovedì 14 dicembre 2017

Lepri alla finestra

Lepus timidus è il nome scientifico di questa specie che in italiano è definita lepre variabile, in quanto diventa bianca d'inverno. Ora, con meno di mezzo metro di neve a terra, le lepri vengono a cercare cibo intorno casa. Così trovano semi di avena che posizioniamo davanti alle finestre per la gioia di vederle tranquille a pochi metri da noi.
Non so perchè ma questo filmato non si apre...aggiungo così questa foto di Patrizia dove il bianconiglio di Alice se ne sta rilassato davanti alla finestra del salotto di casa...

venerdì 8 dicembre 2017

Finferli a Roma e auguri alla Finlandia


A ogni autunno in un punto preciso del Fosso della Cecchignola, a Roma, nascono i finferli. Non più di 20-30 a seconda del tempo, di quanta pioggia c'è stata, di quanta umidità. Il posto è poche centinaia di metri in linea d'aria dalla nostra casa. Andandoli a cercare ci viene in mente che intorno alla casa rossa dei due cieli è difficile trovarne più di una manciata mentre al sud i Kantarelli sono ovunque e anche uno dei piatti favoriti dai finlandesi che, il 6 dicembre appena passato, hanno festeggiato il centenario della loro indipendenza. Auguri!

lunedì 27 novembre 2017

Poro

Un grande maschio di renna ha frequentato il giardino di casa verso la fine di settembre. Lo disegno ora, a Roma, pensando all'inverno intorno che sta nascendo anche se il tempo oscilla con punte miti sopra lo zero e la neve è poca.

martedì 7 novembre 2017

Dopo una settimana: la stessa webcam

La neve se n'è andata e le temperature sono risalite. Pioggia mista a neve bagnata. E' il primo sbalzo dell'inverno artico che sta cambiando. Solo chi non vuole vedere pensa che sia normale...

giovedì 2 novembre 2017

La webcam al parco nazionale di Oulanka

Stamane primo novembre la gola del fiume Oulanka alle cascate di Kiutakongas. L'inverno artico comincia con la prima neve e i primi dieci gradi sotto zero. Vedremo che succederà settimana dopo settimana...

sabato 28 ottobre 2017

Ars et Natura at work

La finestra sul salotto si affaccia sulle mangiatoie dove si avvicendano le cince, i verdoni, i ciuffolotti, le peppole, i fringuelli, i tordi, i beccofrusoni d'autunno inoltrato, ma anche i francolini e, sempre, picchi rossi maggiori e gli scoiattoli di casa. Nel suo blog Federico lo ha definito il più bel capanno del mondo, aggiungendo questa foto. Troppo onore. Per noi è una delle otto finestre quadro che ci fanno sentire parte della wilderness di questo nordest finlandese...Nella foto sono riconoscibili 6 artisti del gruppo A&N: Anne, Alessandra, Federico, Marco, Betta, Conci. Ora siamo tutti di nuovo in Italia e lassù proprio oggi, 28 ottobre, è caduta la prima neve, quella che resterà fino alla fine di aprile.

venerdì 22 settembre 2017

Ciao Franco!

Ci eravamo sentiti per telefono quando ero stato a Milano per presentare i due libri "finlandesi". Mi ero fatto dare l'indirizzo di casa per mandargli Kuusamon Taika, il libro tutto dipinto dai 15 di Ars et Natura. Ho perso tempo, distratto da tante cose, e non l'ho spedito. Poi quando eravamo nella casa rossa dei Due Cieli, nel nostro nord del mondo, ho saputo che Franco Testa non c'era più, volato via in cima al suo mondo di animali e piante. Così lo ricordo con affetto, e con un suo lavoro che raffigura la lepre variabile, nostro vicino di casa, bianco d'inverno e bruno in versione estiva. Lavoro che mi aveva regalato Alessandro Troisi, che, combinazione della vita, era stato suo allievo in un corso di grafica. Franco era un'icona vivente di Erbolario. Tutti ricordano i suoi preziosi calendari e le meravigliose costruzioni di animali, fiori e piante che ornavano i prodotti di questa casa. Franco era stato l'illustratore principe del mitico  Airone, la più bella rivista di natura vera, distrutta poi da chi l'aveva ereditata dalla Giorgio Mondadori e ne aveva fatto una rivistucola da nulla. Ciao Franco, chi ti ha conosciuto non può dimenticarti.

martedì 19 settembre 2017

luglio-settembre 5a parte





Più di venti giorni nell'impossibilità di camminare per più di 5 metri. Così ho lavorato molto, cosa che in realtà avevo fatto anche quando stavo bene, e questi sono i risultati. Scorrete tutti e cinque capitoli che ho intitolato luglio-settembre. Il 21 del mese torno a Roma...

luglio-settembre 4a parte





...continua...