Translate

domenica 27 febbraio 2011

Hokkaido: un'isola ai piedi della Siberia





L'isola di Hokkaido è un luogo difficile da descrivere. E' il nord del mondo più a sud che esista. Pensate che la parte di nordest (il porto di Rausu, il lago Kusharo, il parco nazionale di Akan) si trovano all'altezza del 45esimo parallelo, cioè allo stesso livello di Milano o poco più sù. Il gelo invernale che arriva dalla Siberia - questo sì non il "freddo polare" all'italiana - ricopre di ghiaccio il Pacifico per migliaia di kilometri quadrati e le nevicate sono fittissime e a tormenta. Noi abbiamo attraversato queste zone affascinanti, dal 13 al 23 febbraio, alla ricerca delle gru siberiane, dei cigni selvatici, delle aquile di mare di Steller e delle aquile di mare. Una ricerca per modo di dire perchè questi animali sono tranquillamente visibili nei luoghi di alimentazione, di svernamento e di riposo notturno. Ne parleremo ancora ma intanto ecco altre cinque foto:oltre ai cigni selvatici e alle aquile di mare di Steller in più ci sono due specie di anatre molto belle: le morette codone (una delle due sosta su un minuscolo iceberg alla deriva) e il codone.

4 commenti:

  1. Spettacolooooooo!!!!! Meraviglia. ale

    RispondiElimina
  2. Beh se queste sono le premesse direi di non proseguire per favore!! Complimenti!

    RispondiElimina